Adinolfi: «Pericolose le parole di Fiorello, ma sono d’accordo con il no alle messe»

07/04/2020 - Leggo
IncrFont Stampa Facebook Twitter

AAA cerchiamo braccia e cuore, astenersi perditempo!

Carissimo/a, cerchiamo collaborazioni in tutta Italia per fondare nuovi circoli del Popolo della Famiglia. Il Popolo della Famiglia è un soggetto politico aconfessionale e valoriale, di ispirazione cristiana aperto a tutti quelli che condividono il suo programma in difesa dei valori “non negoziabili”: il diritto alla vita; il diritto dei figli ad avere un padre e una madre; la dignità della persona, del lavoro e la sussidiarietà. Se condividi i nostri ideali e se vuoi aiutarci a difenderli, ti invitiamo a contattarci tramite questa pagina. Grazie.

Mario Adinolfi, presidente del Popolo della Famiglia, risponde con un video tratta dal suo appuntamento quotidiano sui social “Stampa&Vangelo” allo showman Fiorello sul tema della riapertura delle messe: “Premetto che sono d’accordo con la Cei che ha ordinato la sospensione delle messe e sbagliano Salvini e Renzi a strumentalizzare l’argomento. Però le frasi di Fiorello ieri sull’identiticità tra pregare in chiesa e pregare in cucina sono molto pericolose. Sarebbe come se dicessi a Fiorello che sarebbe la stessa per lui vedere la moglie in casa o tramite Zoom se fosse allontanata per ragioni di ordine pubblico. Si ha poco rispetto per il dolore dei cattolici e noi stessi facciamo fatica a spiegare la nostra grande sofferenza nell’essere impediti nel rapporto con Cristo nel tabernacolo. Le frasi di Fiorello sono pericolose, minano il senso stesso dell’essere cattolici, dell’essere una comunità che si ritrova con il suo Salvatore, in un rapporto che è fisico, non generico”.

Fonte: Leggo