Adinolfi (PdF): "Votate serenamente Paolo Molinelli e il simbolo che mette paura ai comunisti"

Pubblicato il 17/09/2020 Autore/Fonte: Pdf Marche Visite: 135
IncrFont Stampa Facebook Twitter

Il signor Battisti e Vivere Senigallia che pubblica il suo delirio hanno appena vinto una causa per diffamazione con condanna certa e risarcimento assai congruo, che devolverò integralmente alle associazioni cattoliche che si battono contro l’odio e il razzismo.

La battaglia politica può essere aspra, ma non può mai diventare occasione di assalto sconsiderato alla persona degli avversari politici. Gli insulti e gli elementi del tutto inventati che questo signore mette insieme per farsi notare, evidentemente mosso dalla disperazione per un consenso che non ha, racconta molto dei tic della cultura politica da cui proviene. Una cultura che quando non aveva argomenti politici da proporre ricorreva alla disinformazione per demolire prima pubblicamente poi anche fisicamente l’avversario stesso.

Questa è una aggressione a freddo, vile e ignobile, senza alcun senso perché zeppa di frasi talmente violente e false da risultare incommentabili. Sarò tra due ore a Canale 5, stasera da Del Debbio: se fossi quel pericoloso “razzista” oppressore di donne appresso al quale si “mette a rischio la propria vita” (ma si rende conto questo tizio di cosa ha scritto, di cosa accadrà in tribunale?) secondo voi sarei abitualmente ospite dei primari talk show per famiglie?

Votate con serenità per Molinelli sindaco e per la lista in cui compare il simbolo del Popolo della Famiglia. È un simbolo che evidentemente rafforza le ragioni di Molinelli e ai comunisti mette paura. Una ragione in più per votarci.

E se volete seguitemi oggi in tv, chissà che non trovi il tempo di raccontare questo increscioso episodio che spiega l’imbarbarimento della lotta politica.