Cookie Consent by PrivacyPolicies.com


Chi scommette sulla famiglia vince sempre

Pdf Umbria - Pubblicato il 12/08/2019 - Visite: 434 Facebook Twitter
IncrFont Stampa

Sabato scorso a Todi si è svolta la terza edizione della Notte Bianca per le Famiglie e per i bambini; aver visto centinaia di persone fra padri, madri e nonni che giocano con i propri figli e nipoti ci fa esprimere apprezzamento per il metodo e le priorità che l’Assessorato alle politiche sociali e familiari ha saputo mettere in campo in questi primi tre anni di attività.

Come Popolo della Famiglia riteniamo che una vitalità di iniziative in questa direzione sia l’evidenza che, indirizzando le energie verso una promozione sociale che privilegia la famiglia e difende la maternità, sia la regola per attivare sviluppo e benessere di una società. Chi punta energie e risorse ha una prospettiva vincente e mira ad un progetto più ampio anche del semplice, a volte necessario, presidio in difesa della famiglia.

Mancano poche settimane alla campagna elettorale per le Regionali e per l’allestimento di programmi e strategie politiche. L’attenzione al tema della famiglia e all’emergenza denatalità non dovranno rimanere slogan di propaganda per raccogliere consensi, ma dovrà essere un connotato privilegiato di chi si candida ad amministrare l’Umbria. Il Popolo della Famiglia, anche in questa occasione, avrà un suo progetto con persone che lavoreranno alla sua attuazione.

AAA cerchiamo braccia e cuore, astenersi perditempo!

Carissimo/a, cerchiamo collaborazioni in tutta Italia per fondare nuovi circoli del Popolo della Famiglia. Il Popolo della Famiglia è un soggetto politico aconfessionale e valoriale, di ispirazione cristiana aperto a tutti quelli che condividono il suo programma in difesa dei valori “non negoziabili”: il diritto alla vita; il diritto dei figli ad avere un padre e una madre; la dignità della persona, del lavoro e la sussidiarietà. Se condividi i nostri ideali e se vuoi aiutarci a difenderli, ti invitiamo a contattarci tramite questa pagina. Grazie.