Coronavirus: Adinolfi (PdF), “Fontana proclami l'solomento totale (lockdown). Quel che in Cina era Wuhan ora in Italia è la Lombardia”

21/03/2020 - Popolo della Famiglia
IncrFont Stampa Facebook Twitter

AAA cerchiamo braccia e cuore, astenersi perditempo!

Carissimo/a, cerchiamo collaborazioni in tutta Italia per fondare nuovi circoli del Popolo della Famiglia. Il Popolo della Famiglia è un soggetto politico aconfessionale e valoriale, di ispirazione cristiana aperto a tutti quelli che condividono il suo programma in difesa dei valori “non negoziabili”: il diritto alla vita; il diritto dei figli ad avere un padre e una madre; la dignità della persona, del lavoro e la sussidiarietà. Se condividi i nostri ideali e se vuoi aiutarci a difenderli, ti invitiamo a contattarci tramite questa pagina. Grazie.

"Mario Adinolfi, presidente nazionale del Popolo della Famiglia (PdF), rivolge al governatore della Lombardia, Attilio Fontana, un appello sulla questione coronavirus: “La crescita del numero dei morti in Lombardia, oggi addirittura 546, impone alla Regione di assumere decisioni forti che il governo centrale poi si preoccuperà di gentilmente ratificare.

Serve il lockdown totale delle attività in Lombardia con la chiusura del trasporto pubblico locale, non c’è più tempo da perdere. Si continuano a prendere provvedimenti tampone da un mese, ora è tempo di una stretta radicale. I numeri dei contagiati e dei morti sono insostenibili, i lombardi sanno che ora devono far da sé, le istituzioni regionali agiscano. Il governo di Roma si adeguerà, non c’è più tempo per aspettarlo. Ora sta a Fontana forzare la mano per il bene della sua gente. Proponiamo inascoltati da un mese il lockdown alla cinese, unico strumento che batte il virus. Ora bisogna realizzarlo: quel che in Cina era Wuhan ora in Italia è la Lombardia”.