DDl Zan - Disegno di legge sull’omofobia, il Popolo della Famiglia Milano dice no

Popolo della Famiglia - Milano - Pubblicato il 30/09/2020 - Visite: 162 Facebook Twitter
IncrFont Stampa

Il Popolo della Famiglia di Milano esprime la sua contrarietà per il sostegno votato anche da consiglieri di opposizione al ddl Zan sull’omofobia, il cui dibattito infiammerà a breve i banchi del Parlamento. I Consiglieri Nazionali del PdF Mirko de Carli e Piero Chiappano, al lavoro sulla città per garantire cospicua rappresentanza al movimento, vigili sulle dinamiche cittadine, bocciano come ideologico, lobbistico e superfluo l’ordine del giorno su un tema trattato con toni buonisti e propagandistici per cavalcare un’onda che poco ha a che fare con una reale cura dei cittadini e una prevenzione di eventuali reati (peraltro già correttamente puniti dal codice penale).

“Il ddl Zan è un bavaglio alla libertà di espressione, una misura politica di parte ed è inaudito che una comunità pluralista come quella di Milano voti con leggerezza che alcuni cittadini siano più uguali di altri” dichiara De Carli, “Sbagliato e scorretto che il Comune si impegni, prima ancora dell’approvazione della legge, a investire denaro (molto denaro) in un piano articolato che a giudicare dall’ordine del giorno sembra già pronto per essere implementato” incalza Chiappano.

Preoccupa infine che l’opposizione sia così timida se non indifferente rispetto a una battaglia di libertà e di buonsenso nei confronti di un tema di cui si ha addirittura paura a parlare, un tema scomodo forse, ma che una politica fondata sui valori e sulla tutela di elementari verità – l’omofobia non è un’emergenza in Italia e nemmeno esiste una definizione “giuridica” della parola – non può ignorare.

Dalle scuole alla Polizia Locale al turismo: i politici milanesi riflettano bene prima di rendersi reponsabili di una colonizzazione ideologica gender. I cittadini sono attenti e sensibili e il Popolo della Famiglia è con loro.

Popolo della Famiglia Milano

AAA cerchiamo braccia e cuore, astenersi perditempo!

Carissimo/a, cerchiamo collaborazioni in tutta Italia per fondare nuovi circoli del Popolo della Famiglia. Il Popolo della Famiglia è un soggetto politico aconfessionale e valoriale, di ispirazione cristiana aperto a tutti quelli che condividono il suo programma in difesa dei valori “non negoziabili”: il diritto alla vita; il diritto dei figli ad avere un padre e una madre; la dignità della persona, del lavoro e la sussidiarietà. Se condividi i nostri ideali e se vuoi aiutarci a difenderli, ti invitiamo a contattarci tramite questa pagina. Grazie.