Cookie Consent by PrivacyPolicies.com


Il Popolo della Famiglia di Puglia chiede con forza la ripresa delle messe cum populo

Pdf Puglia - Pubblicato il 28/04/2020 - Visite: 85 Facebook Twitter
IncrFont Stampa

La decisione annunciata dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, di non consentire le cerimonie religiose nelle chiese ha provocato una decisa presa di posizione da parte dei Vescovi, che in una nota rivolta alla Presidenza del Consiglio ed al Comitato Tecnico Scientifico, richiamano “al dovere di distinguere tra le loro responsabilita’ – dare indicazioni precise di carattere sanitario – e quelle della Chiesa, chiamata ad organizzare la vita della comunita’ cristiana, nel rispetto delle misure disposte, ma nella pienezza della propria autonomia“; in altri termini, viene messo in discussione il noto principio “libera Chiesa in libero Stato“. L’indignazione da parte dei fedeli laici viene efficacemente esternata da Mirco Fanizzi, a nome dei dirigenti Popolo della Famiglia di Puglia, che afferma: “Consideriamo inaccettabile e insostenibile la decisione annunciata dal Presidente del Consiglio di non consentire le cerimonie religiose nelle chiese“. Mario Adinolfi Presidente nazionale del Popolo della Famiglia, parla di “plateale offesa al limite dell’oltraggio per milioni di credenti“. “Eppure e’ risaputo – continua Mirco Fanizzi – che la Chiesa Cattolica puo’ contare, come poche altre istituzioni, di una propria struttura organizzativa in grado di assicurare i protocolli di distanziamento richiamati dalle disposizioni anticontagio.“

AAA cerchiamo braccia e cuore, astenersi perditempo!

Carissimo/a, cerchiamo collaborazioni in tutta Italia per fondare nuovi circoli del Popolo della Famiglia. Il Popolo della Famiglia è un soggetto politico aconfessionale e valoriale, di ispirazione cristiana aperto a tutti quelli che condividono il suo programma in difesa dei valori “non negoziabili”: il diritto alla vita; il diritto dei figli ad avere un padre e una madre; la dignità della persona, del lavoro e la sussidiarietà. Se condividi i nostri ideali e se vuoi aiutarci a difenderli, ti invitiamo a contattarci tramite questa pagina. Grazie.