Il Popolo della Famiglia: Si vada avanti con il progetto dell'emporio solidale

20/10/2020 - Cesena Today
IncrFont Stampa Facebook Twitter

AAA cerchiamo braccia e cuore, astenersi perditempo!

Carissimo/a, cerchiamo collaborazioni in tutta Italia per fondare nuovi circoli del Popolo della Famiglia. Il Popolo della Famiglia è un soggetto politico aconfessionale e valoriale, di ispirazione cristiana aperto a tutti quelli che condividono il suo programma in difesa dei valori “non negoziabili”: il diritto alla vita; il diritto dei figli ad avere un padre e una madre; la dignità della persona, del lavoro e la sussidiarietà. Se condividi i nostri ideali e se vuoi aiutarci a difenderli, ti invitiamo a contattarci tramite questa pagina. Grazie.

Il Popolo della Famiglia "apprende con piacere l’iniziativa comunale di realizzare, in zona stazione, un emporio solidale, progetto encomiabile e, per questo, sproniamo l’amministrazione comunale a concretizzarlo il prima possibile. E per questo il nostro plauso va al Sindaco Lattuca".

"Le difficoltà presenti e future - spiega il Pdf cesenate - che stanno incontrando molte famiglie, singoli individui, non possono essere considerate come normali effetti collaterali di un processo politico aggravato dalla pandemia del Covid, ma come sprone per andare incontro, mediante quella parola “solidarietà” che spiega tutto il suo valore sociale e morale necessario per testimoniare il grado di civiltà di una società. D'altronde, se pensiamo all’articolo 3 della nostra Costituzione che qui sintetizziamo: “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge... E` compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana…” l’andare incontro a chi vive in difficoltà economiche e conseguentemente anche sociali, è compito non solo dello Stato centrale, ma anche di quello periferico. Auspichiamo però che le azioni di crescita e di solidarietà siano sempre più organiche, ad esempio, pensiamo a chi prende il reddito di cittadinanza che, inevitabilmente, si servirà dell’emporio solidale e in futuro anche della mensa sociale, altro encomiabile progetto, costui dovrà essere aiutato a trovare un lavoro e su questo l’amministrazione può, poiché crediamo, fare molto come, per esempio, istituire un sito all’interno di quello ufficiale in cui raccogliere le più disparate richieste di mano d’opera, informazioni che possono poi essere fornite agli usufruitori del reddito. Questo non significa sostituirsi agli uffici di collocamento, ma dare una informazione e un indirizzo a chi cerca lavoro".

Fonte: Cesena Today