Cookie Consent by PrivacyPolicies.com


Lettera aperta ai Capogruppo del Centrodestra al Senato: Onorevoli, Vi chiediamo nuovamente di fermare il liberticida DDL Zan

Pdf Firenze - Pubblicato il 21/04/2021 - Visite: 74 Facebook Twitter
IncrFont Stampa

Il Popolo della Famiglia Firenze (PdF) si rivolge nuovamente ai rappresentanti del Centrodestra al Senato, stavolta nelle persone dei Capogruppo Massimiliano Romeo (Lega), Anna Maria Bernini (Forza Italia), e Luca Ciriani (Fratelli d'Italia), per ribadire la richiesta (già presentata in data 8 aprile scorso), come estrema risorsa, di andare ad aprire sul tema del voto sul DDL Zan una crisi di governo, nel caso della prospettiva di un prossimo incardinamento del dibattito sul DDL Zan in Senato. Di farne cioè una questione politica di principio, sulla quale non si intende transigere.

Il PdF estende infatti la sua proposta, in via informativa, anche al Capogruppo di Fratelli d'Italia al Senato, pur essendo questa forza politica all'opposizione. Ciò, in via delle assenze che si sono registrate nelle precedenti votazioni alla Camera, anche in Fratelli d'Italia. Tali assenze, cumulate a quelle registratesi negli altri gruppi del centrodestra, là motivate anche peraltro da parziali assensi di fondo sull'impianto generale del provvedimento, hanno consentito a suo tempo il primo importante passaggio parlamentare del DDL in questione. Mentre invece sarebbe stato importante interdire la manovra sul nascere.

Come scrive ai Senatori il referente del Pdf per Firenze, Pier Luigi Tossani, stavolta il focus della questione è sul semestre bianco:

"Il nostro Presidente Mario Adinolfi ha osservato che non è improbabile l'ipotesi che i promotori del DDL si organizzino per riproporlo nella finestra temporale del semestre bianco, periodo in cui notoriamente non è possibile dar corso a una eventuale crisi di Governo. La minaccia della crisi di Governo, come già segnalato dal Popolo della Famiglia, però resta ormai, vista la pregiudizievole precedente inazione nel passaggio alla Camera, l'unico strumento per Lega e Forza Italia per stoppare il DDL - se davvero ci tengono - visti i numeri critici in Senato, anche per loro stessi dissensi interni. A quel punto, nel semestre bianco, Lega e Forza Italia non potrebbero più avvalersi dello strumento della crisi".

e seguita:

"Come con la mitologica Idra di Lerna, in un lavoro di perversa ingegneria genetica, profondendo un impegno che sarebbe stato assai meglio impiegato per scopi costruttivi, il DDL Zan verrà ibridato con altri quattro che portano la medesima intenzione, invece di essere respinto tout court. Così avrebbe dovuto essere secondo logica, visto che è il suo impianto di fondo a essere profondamente viziato, e quindi inemendabile. E come meglio sarebbe fosse già avvenuto, per chiarezza di intenti politici, anche a cura del Presidente della commissione Giustizia al Senato Andrea Ostellari. Il fatto che ciò non si sia verificato non promette nulla di buono. Le identità ontologiche del Centrodestra si palesano, fin nel profondo del loro essere, e su un tema così importante, sempre più opache e evanescenti, oltre che sensibilmente divise.

Il Popolo della Famiglia Firenze ritiene quindi di dover rendere manifesti ai cittadini i suddetti elementi, mentre invita nuovamente ciascuno di Voi a fare fino in fondo la propria parte, in questo drammatico frangente per la democrazia, la cui pericolosità sembra purtroppo sfuggire ai più. Il Giudizio della Storia incombe, e anche quello degli elettori".

AAA cerchiamo braccia e cuore, astenersi perditempo!

Carissimo/a, cerchiamo collaborazioni in tutta Italia per fondare nuovi circoli del Popolo della Famiglia. Il Popolo della Famiglia è un soggetto politico aconfessionale e valoriale, di ispirazione cristiana aperto a tutti quelli che condividono il suo programma in difesa dei valori “non negoziabili”: il diritto alla vita; il diritto dei figli ad avere un padre e una madre; la dignità della persona, del lavoro e la sussidiarietà. Se condividi i nostri ideali e se vuoi aiutarci a difenderli, ti invitiamo a contattarci tramite questa pagina. Grazie.