Mario Adinolfi: Diario di una campagna a febbraio - 10° giorno

Pubblicato il 11/02/2020 Autore/Fonte: Mario Adinolfi Visite: 84
IncrFont Stampa Facebook Twitter
Può un lunedì piovoso di febbraio essere anche produttivo in una campagna elettorale? Certamente sì, deve esserlo. Sono rimasti solo 18 giorni per informare le persone che il 1 marzo si vota a Roma per la Camera dei Deputati e Roma è una città refrattaria a tutto, è abituata a veder circolare papi e re, figurarsi che se ne fa degli aspiranti parlamentari di collegio.

Ci siamo dunque impegnati, data la pioggia e dato il lunedì, a farci dare una mano dall’informazione. Serve un megafono per far arrivare il messaggio del Popolo della Famiglia ad esempio in tutte le parrocchie e siamo riusciti a convincere Avvenire a concedere un piccolo spazio alla notizia del rassemblement di molte sigle della galassia dei cristiani impegnati (alcune delle quali fino a ieri si guardavano in cagnesco) per la costruzione di un orizzonte comune che passi attraverso la prova del voto del 1 marzo alle suppletive di Roma.

Questo cammino vede ora uniti il Popolo della Famiglia, Solidarietà, Costruiamo insieme, Convergenza Cristiana, Unione Cristiana e Uniti per l’Italia. Avvenire ne dà notizia a pagina 9, molti sacerdoti e religiose e suore oggi sapranno che votare PdF il primo marzo a Roma significa rafforzare questo percorso unitario, ed avere la notizia sul quotidiano della Conferenza episcopale italiana è il frutto di un lunedì piovoso di campagna elettorale.