Mario Adinolfi: Diario di una campagna a febbraio - 27° giorno

27/02/2020 - Mario Adinolfi (24 visite)

Ci siamo quasi, domani è l'ultimo giorno della campagna elettorale che chiuderemo a piazza del Gesù 47 alle ore 15. Oggi per la prima volta mi sono arrabbiato. Ho trovato una grande mancanza di rispetto l'assenza del ministro Roberto Gualtieri e della candidata del M5S al dibattito Rai tra coloro che i cittadini domenica prossima potranno scegliere come deputato successore di Paolo Gentiloni nel collegio Roma 1. Gualtieri è ministro dell'Economia, è potentissimo, avvantaggiato sotto ogni punto di vista e si è sottratto all'unico momento di democratico confronto con i suoi avversari. Non ci si comporta così. Capisco la grillina che è scappata da ogni dibattito perché è palesemente inadeguata e vuole evitare ulteriori brutte figure se costretta al contraddittorio. Ma Gualtieri, che è ultrafavorito in un collegio in cui anche le destre gli hanno steso il tappeto rosso schierando un candidato totalmente inconsistente, non doveva scappare. Purtroppo la classe politica che ci governa ha questa natura, istintivamente vile. Poco male, ho avuto qualche minuto in più per illustrare il programma del Popolo della Famiglia e chiedere consenso per noi. I fuggitivi meriterebbero di ritrovarsi senza voti domenica primo marzo. Noi che siamo in campo da sempre senza temere di metterci la gamba e la faccia, invece...