Mario Campanella (PdF): Cambiano i colori dei Governi, ma per le famiglie italiane nessun provvedimento concreto

10/10/2019 - Mario Campanella - Popolo della Famiglia - Saluzzo
IncrFont Stampa Facebook Twitter

AAA cerchiamo braccia e cuore, astenersi perditempo!

Carissimo/a, cerchiamo collaborazioni in tutta Italia per fondare nuovi circoli del Popolo della Famiglia. Il Popolo della Famiglia è un soggetto politico aconfessionale e valoriale, di ispirazione cristiana aperto a tutti quelli che condividono il suo programma in difesa dei valori “non negoziabili”: il diritto alla vita; il diritto dei figli ad avere un padre e una madre; la dignità della persona, del lavoro e la sussidiarietà. Se condividi i nostri ideali e se vuoi aiutarci a difenderli, ti invitiamo a contattarci tramite questa pagina. Grazie.


È durata poco più di un attimo l'ennesima presa in giro della politica nei confronti di milioni di famiglie italiane.

Titoloni a piena pagina ed interviste sui media per annunciare con la solita enfasi la nuova proposta pro-family: 240 euro al mese per ogni figlio fino ai 18 anni di vita. Una proposta che molto ingenuamente il Presidente nazionale del Forum delle Famiglie aveva affidato ai leaders dei governi giallo-verde e giallo-rosso, ottenendo in cambio solo strette di mano e foto sui giornali.

Per tutte le famiglie che invece il Forum dovrebbe rappresentare non è stato concretizzato nulla!

Con un linguaggio politichese da far rimpiangere la prima repubblica gli esponenti del governo si sono affrettati a sottolineare che l'assegno per il figlio rientrerà nell'ambito di "una programmazione triennale di ampio respiro".

Salta quindi dalla manovra l’assegno unico per il figlio; ogni intervento profamily fa comodo solo nella fase della propaganda ed in questo tutti i partiti sono accomunati, così come lo sono tutti i parlamentari che si definiscono cattolici (con o senza rosario in mano).

Partiti e politici che in tutti questi anni hanno proclamato di voler aiutare la famiglia e risolvere il problema della denatalità ma, pur avendo il potere legislativo nelle loro mani, non hanno realizzato nemmeno un provvedimento strutturale in tal senso. Hanno potuto farlo anche perché il mondo cattolico li ha spesso protetti e sostenuti, ingenuamente sperando di raccogliere i frutti di tale appoggio, più o meno esplicito.

Se volessero veramente aiutare la famiglia e risolvere il problema della denatalità i Parlamentari dovrebbero semplicemente discutere e votare la proposta di legge di iniziativa popolare per l'istituzione del Reddito di Maternità proposta dal Popolo della Famiglia, sottoscritta da 53.142 italiani e già depositata in Parlamento.

Una proposta strutturale seria, economicamente sostenibile ed immediatamente attuabile, che stranamente il Forum delle Famiglie non ha mai sostenuto, né pubblicizzato.

Cosi come non l'hanno appoggiata tutte le associazioni che avevano riempito il Circo Massimo nell'ultimo Family Day e che hanno rincorso invano in questi ultimi anni proprio quei partiti ed i loro rappresentanti che ancora una volta hanno lasciato sole le famiglie italiane nella risoluzione dei loro problemi.