Referendum, Adinolfi (PDF): "Il Popolo della Famiglia vota no. Grave il sì di Meloni e Salvini"

30/08/2020 - Politica news
IncrFont Stampa Facebook Twitter

AAA cerchiamo braccia e cuore, astenersi perditempo!

Carissimo/a, cerchiamo collaborazioni in tutta Italia per fondare nuovi circoli del Popolo della Famiglia. Il Popolo della Famiglia è un soggetto politico aconfessionale e valoriale, di ispirazione cristiana aperto a tutti quelli che condividono il suo programma in difesa dei valori “non negoziabili”: il diritto alla vita; il diritto dei figli ad avere un padre e una madre; la dignità della persona, del lavoro e la sussidiarietà. Se condividi i nostri ideali e se vuoi aiutarci a difenderli, ti invitiamo a contattarci tramite questa pagina. Grazie.

Mario Adinolfi, presidente nazionale del Popolo della Famiglia (PdF), schiera il suo movimento (capace di raccogliere 220mila voti alla Camera alle ultime elezioni politiche) per il no al referendum sul taglio dei parlamentari: “Giorgia Meloni, Matteo Salvini e Silvio Berlusconi sono schierati per il sì al referendum, sposano la linea di Di Maio e Zingaretti, decidono di mantenere in vita il governo Conte, appoggiano la sbagliatissima riforma totem dei pentastellati. È un tragico errore politico che denota mancanza di coraggio, scarsa lungimiranza, limiti nella leadership. Votano sì senza convinzione e sono certo che la maggioranza dell’elettorato di centrodestra non li seguirà, così come chi a sinistra ha scelto di non spegnere il cervello e voterà no in barba a Zingaretti ricordando di aver votato tre volte no in Parlamento sulla riforma. Chi vuole tagliare i deputati a 400 li taglierebbe a 200, a 100, è animato da un odio verso la democrazia rappresentativa. Assecondarlo è un errore madornale. Il 20 e 21 settembre al referendum sul taglio dei parlamentari il Popolo della Famiglia vota e invita a votare no”.

Fonte: Politica News