Pornografia

Immagine mancante
Pornografia: Il veleno che intossica tutte le vite che tocca

Cento anni fa Chesterton diceva che la grande eresia del XX secolo sarebbe stata «semplicemente un attacco alla moralità, e specialmente alla morale sessuale». Predisse che né il papato, né il puritanesimo né il socialismo avrebbero potuto trattenere la deflagrazione del porno lungo le vie che stava per percorrere. E difatti è oggi un tarlo che rode un numero altissimo di vite

Popolo della Famiglia Inserito il 21/10/2020

Immagine mancante
Pornodipendenza: ne parla un gesuita psicologo

È da pochi giorni in edicola il nuovo libro di Giovanni Cucci, gesuita, professore e psicologo: il tema è la diffusione sempre più capillare, incontrollabile e devastante dell’atavica tendenza umana a depravare il desiderio sessuale. L’obiettivo è «arrivare a vivere la sessualità non come un impulso da scaricare ma all’insegna della libertà e della donazione di sé». In mezzo c’è un mare di insidie, di silenzio e di solitudine. Questo libro può essere una zattera.

Popolo della Famiglia Inserito il 30/09/2020

Immagine mancante
Il porno: perchè va combattuto e vinto

Divieti superegoici, repressione sessuale, sensi di colpa per le proprie fantasie, barriere imposte dalla società, limiti rigidi e almeno pubblicamente invalicabili, impulsi giudicati inaccettabili: ecco il mondo conosciuto da Freud e descritto nei suoi famosi casi clinici.

Popolo della Famiglia Inserito il 09/06/2020

Immagine mancante
Dibattito sulla pornostar Malena e sulla pornografia - La Zanzara (19/05/2020) con Mario Adinolfi

Sono stato ieri sera ospite a La Zanzara di Radio24. Dopo essermi congratulato con David Parenzo che sta per avere con la moglie Nathania il quarto figlio e averlo invitato a iscriversi, se non al PdF, almeno alla benemerita Associazione nazionale delle Famiglie numerose (ANFN) e dopo aver difeso Papa Francesco, accusato da una paginata del Messaggero di essere in difetto perché non porta la mascherina (ho spiegato che come strumento di protezione la mascherina è fallimentare; come con l’Aids il vero strumento di protezione è la castità o la fedeltà coniugale e non il preservativo, così con il Covid ci si protegge con il distanziamento quindi viva il Papa che sta a due metri da tutti) sono stato infilato in un dibattito con la pornostar Malena. A cui ho ribadito il mio orrore per la pornografia e per i danni terribili che provoca nei minori, ribadendo la proposta del PdF: subito una blacklist dei siti porno e basta con l’idolatria per i pornoattori. Si trovassero un lavoro, Malena inclusa. Giuseppe Cruciani non era d’accordo.

Popolo della Famiglia Inserito il 20/05/2020

Immagine mancante
Porno tossina. Stiamo sdoganando la pedofilia. Con Don Antonio Mattatelli, Esorcista

Dialogo intervista con Don Antonio Mattatelli, Esorcista. Abbiamo affrontato il tema: La #PORNOTOSSINA, dalla repressione sessuale al “che male c’è?” . Il cammino di una vera e propria pandemia: la Porno-Dipendenza e gli effetti drammatici che ha nelle nuove generazioni.

Popolo della Famiglia Inserito il 16/05/2020

Immagine mancante
Lotta al Porno, una priorità civica

La maggior parte delle persone sono convinte che la fruizione della pornografia possa essere tranquillamente parte delle attività quotidiane senza che questo possa comportare alcun tipo di problema. Lo fanno tutti, che male c'è, non succede niente, non faccio male a nessuno... queste le tipiche frasi che chi ne fa uso pronuncia per discolparsi o che semplicemente pensa senza arrivare a palesare la propria inclinazione. Ciò che succede al pornofruitore e a chi ha relazioni strette con lui (o lei) è tutt'altro che banale e non può essere sottovalutato.

Popolo della Famiglia Inserito il 26/10/2019

Immagine mancante
Pornografia: tutti drogati senza saperlo

L'Autore di questo articolo, uno stimato neurochirurgo della University of Texas, illustra gli effetti devastanti dovuti all'impatto della pornografia sul cervello umano. La sua analisi, sia scientifica che sociale, mostra come questo flagello sia una manifestazione della famosa rivoluzione sessuale degli anni Sessanta. D'altronde, fin dalla sua nascita, questo movimento ha rivendicato il diritto al libero amore e al consumo di sostanze stupefacenti come mezzi di liberazione dell'individuo. E in fondo che cos'è la pornografia se non una potente droga cerebrale? di Donald L. Hilton, Jr.

Popolo della Famiglia Inserito il 02/05/2019