RU486

Immagine mancante
Popolo della Famiglia a Lia Celi: “Ru486, ogni farmaco può essere un veleno”

Popolo della Famiglia a Lia Celi: “Ru486, ogni farmaco può essere un veleno”

Immagine mancante Inserito il 29/12/2020

Immagine mancante
Pillola abortiva RU486, ad Assisi odg favorevole. ‘Bacchettata’ del Popolo della famiglia

La lettera del presidente Marco Sciamanna: "Conseguenze alle prossime elezioni, non è politicamente accettabile questa idea di tutela della vita che la Città di Assisi sta inviando"

Immagine mancante Inserito il 12/08/2020

Immagine mancante
Quanto è stupido prendersela con Speranza

La mossa di Roberto Speranza sulla RU486 è puramente ideologica. Speranza è ministro perché i 4 senatori eletti da LeU il 4 marzo 2018 sono determinanti per la maggioranza di governo. Se il 4 marzo 2018 il Popolo della Famiglia fosse stato votato unitariamente dal campo prolife, parte del quale si è invece dannato l’anima per fare esplicitamente campagna “contro” il Popolo della Famiglia, avrebbe certamente eletto la sua pattuglia di senatori che sarebbero stati decisivi per la formazione di un governo.

Immagine mancante Inserito il 09/08/2020

Immagine mancante
Valter Boero (PdF-Piemonte):” Il farmaco cura e il bimbo in grembo non è una malattia da curare”

Lettera aperta al Ministro Speranza con l’invito a far rispettare la legge 194/78

Immagine mancante Inserito il 09/08/2020

Immagine mancante
Linee guida di indirizzo sanitario e delibere frettolose. Zmali (PdF Umbria): “Va bene l’abrogazione della pillola abortiva a domicilio, ma non giocate con la vita”

Il Popolo della Famiglia Umbria con grande stupore viene a conoscenza del fatto che l’abrogazione della pillola abortiva RU486 (interruzione di gravidanza farmacologica) altro non è che un intreccio di delibere che non fanno capo al 2018, ma correggono quanto la stessa Giunta regionale aveva approvato il 13 maggio 2020.

Immagine mancante Inserito il 16/06/2020

Immagine mancante
Umbria, Niente ricovero giornaliero per la pillola abortiva. Sciamanna (PdF Umbria): “PD e M5S non conoscono l’art. 5 della Legge 194/78”

Il Popolo della Famiglia Umbria esprime apprezzamento per la scelta della Giunta regionale che ha deciso per l’abrogazione della delibera regionale approvata nel dicembre 2018, che consentiva agli ospedali della nostra regione di organizzare con il day-hospital il servizio per la interruzione volontaria della gravidanza farmacologica.

Immagine mancante Inserito il 15/06/2020