Presidente del Popolo della famiglia: “Se la Chiesa nega la comunione a Biden dovrebbe negarla anche a Meloni, Salvini e Berlusconi”


Continuiamo il dialogo con Giancarlo Cesana attraverso l'amico Mirko de Carli


(ASI) «Se la Consulta domani si esprimerà in favore delle due donne, una italiana ed una americana, che vorrebbero farsi riconoscere entrambe come madri di un bambino concepito in una clinica danese, “Bibbiano farà il suo ingresso in Corte costituzionale”, perché salutando una norma che accetta la finta genitorialità, si costruisce una ideologia».


Il Popolo della famiglia annuncia una contestazione a Bari, in occasione dell'evento dedicato anche al tema del "fine vita"


Il Popolo della Famiglia Sardegna: “faremo di tutto perché Federica possa tornare a scuola”


Il Popolo della Famiglia del Veneto scende in campo contro la liberalizzazione del suicidio assistito e dell’eutanasia, dopo il pronunciamento della Corte Costituzionale. «Per i cristiani è l’ora della resistenza, per il PDF della disobbedienza civile», ha dichiarato Mario Adinolfi, presidente del movimento politico fondato nel 2016 dopo l’esperienza dei due Family Day. Questa ferma posizione sarà ribadita a partire da domani venerdì 27 settembre alla 4a Festa nazionale de La Croce, l’evento annuale organizzato dal PDF che si svolgerà fino a domenica 29 presso l’Hi Hotels Selene di Pomezia (Roma).


Ancora lo scorso 20 settembre di fronte alle associazioni dei medici venuti in udienza, il Papa ha ricordato molto nettamente: “E’ importante che il medico non perda di vista la singolarità di ogni malato, con la sua dignità e la sua fragilità. Un uomo o una donna da accompagnare con coscienza, con intelligenza e cuore, specialmente nelle situazioni più gravi”. E ancora “Con questo atteggiamento si può e si deve respingere la tentazione – indotta anche da mutamenti legislativi – di usare la medicina per assecondare una possibile volontà di morte del malato, fornendo assistenza al suicidio o causandone direttamente la morte con l’eutanasia“. “Si tratta – osserva Francesco – di strade sbrigative di fronte a scelte che non sono, come potrebbero sembrare, espressione di libertà della persona, quando includono lo scarto del malato come possibilità, o falsa compassione di fronte alla richiesta di essere aiutati ad anticipare la morte. Come afferma la Nuova Carta per gli Operatori Sanitari: ‘


Il Popolo della Famiglia di Monopoli chiede un incontro pubblico per parlare di salute e ambiente.


Un convegno per ribadire il no del Popolo della Famiglia all'ipotesi di rendere legale l'eutanasia“


Un post su Bibbiano costa il blocco su Facebook a Mario Adinolfi. Tre i giorni di ban decisi dal social dopo le segnalazioni ricevute dal commento del leader del Popolo della Famiglia alle intercettazioni, rese pubbliche lo scorso 18 agosto.


Il terremoto politico creato dalla scissione dal Pd interessa da vicino quella che in genere si definisce "area moderata". Dalle Acli al Mcl, passando per la Rete Bianca e Demos